Chi siamo

Daniele Lüethi

Daniele Lüthi, ho appena superato i 50, sono marito e padre, docente di scuola professionale. Amo la musica pop rock, la sobrietà e avere tempo. Faccio molta fatica con le dipendenze, l’egoismo e il disordine. Odio la guerra, le ingiustizie e l’arroganza. Ho paura della sofferenza e della morte.
Basta Poco: inizio questa avventura nell’associazione come timoniere che guida un’associazione cooperativa, collaborativa e democratica, che ha l’obiettivo di valorizzare la sobrietà e divulgare un paradigma alternativo in grado di dare i mezzi necessari per vivere in modo equilibrato la casa che ci ospita.



Claudio Cianca, mi occupo di computer, telecomunicazioni ed energie rinnovabili, insegno e sono anche istruttore di Tai Chi. Seppur di indole molto giocosa, prendo gli impegni sul serio, soprattutto quelli in cui credo. Quest’associazione è nata per gioco ed anche per questo per me è una cosa molto seria ed importante. Non sogno un’umanità perfetta, ma una migliore. Non penso di cambiare le cose in un giorno, ma di piantare un seme, che cresca col tempo dovuto


claudio
Simona Colosio

Simona Colosio, sono biologa e amante dei viaggi. Amo lavorare nell’ambito della divulgazione scientifica e dell’educazione ambientale. Sono attiva nel progetto Oggettoteca e lo sono stata anche per altri progetti legati alla sostenibilità.
Mi piace vivere la natura, la fotografia, gli acquarelli e la subacquea.



Davide De Donatis, sono nato e cresciuto a Pedrinate, lavoro come tecnico audio, ho ideato l’evento Cambia il Tuo Clima, che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica ad essere piu’ responsabile nei consumi, proponendo soluzioni partendo da i singoli, le famiglie, la comunità. Sono alla ricerca di tempo per me, magari all’aria aperta camminando solo o in compagnia, meditando oppure costruendo mobili su misura, attività che mi rilassa tanto


davide

Luca Ingarozza, tecnico informatico e webmaster per lavoro e per passione, cerco di dare il mio contributo in ogni progetto che va nella mia stessa direzione. Amo la buona musica, lo sport e conoscere posti e culture differenti, penso che solo con l’apertura verso cio’ che è diverso dai propri standard si possa crescere. Credo fermamente che il ritorno ad un’economia locale, che non abbia come esclusiva forma di scambio il denaro, sia il primo fondamentale passo per il cambiamento